Luigi Scorrano, L’uomo che guarda le stelle e altre storie

L’opera si compone di 13 racconti scritti un anno dopo l’altro per una circostanza particolare: la “fera te santa Lucia” (13 dicembre). La festa di santa Lucia è la ricorrenza durante la quale tutti gli artigiani (e i dilettanti) di figurine del presepio (in cartapesta o in gesso) espongono e vendono. Una tradizione leccese.

Accogliendo questi dati di tradizione, l’Autore ha fatto protagonisti dei suoi racconti uomini e pupi che ricordano i Natali del passato, riflettono sul senso di una giornata particolare, fanno i conti con il proprio passato o con la propria funzione in quella che è la tradizione del presepio. Rimpianti e delusioni, piccole gioie ritrovate, scettico sguardo su una tradizione che sempre più ha perduto i suoi connotati originali, malinconica presa d’atto di tante promesse mancate della vita.

Varietà di toni e di registri sono armonizzati da una scrittura piana e attraente; l’invenzione va da una memoria dell’infanzia che si cerca di recuperare per interrogarne i remoti trasalimenti (A Natale i treni) allo sguardo disincantato e alla memoria pungente di L’uomo che guarda le stelle; dall’ilare invenzione di Ma che cos’è questastoria della Befana? e di Uno strano caso al vario atteggiarsi dell’animo dei protagonisti del presepio (da I Magi a Baldassare per la strada a L’albero cantava).

Non si tratta, come si potrebbe pensare, di racconti per ragazzi o di piccole storie consolatrici. Sullo sfondo c’è il nostro tempo, con le sue angosce e i suoi affanni quotidiani.

Ciascun racconto è corredato da una illustrazione realizzata da Gabriella Torsello.

Carparelli a Tuglie – Festival Nazionale del Libro –

Mario Carparelli a Tuglie, oggi 19 settembre 2013, , ospite del Festival Nazionale del libro, organizzato dal giornalista Gianpiero Pisanello,  per presentare il suo libro Il più bello e il più maligno spirito che io abbia mai conosciuto, editore Il Prato.

copertina-libro Carparelli (125x200)

Tuglie-Incontra

L’autore racconta  gli ultimi sette anni di vita del filosofo taurisanese Giulio Cesare Vanini, nato nel 1585, morto il 9 febbraio 1619 a Tolosa.

Vanini è il filosofo della modernità del pensiero che con il solo strumento della ragione ricerca le motivazioni insite nei fenomeni biologici della natura che regolano la vita dell’uomo e di ogni cosa, demolendo dogmi e false verità.

Avrebbe potuto godersi l’agio di una pace condizionata all’asservimento della dottrina cristiana, invece preferisce la libertà e in nome di essa con coraggio accetta la morte che gli viene inflitta dalle autorità civili francesi. Dinanzi alla morte non tentenna, sprezzante e fiero, allegramente,  toglie la falce alla morte per concedersi vita da filosofo.

A Tuglie, oggi, si racconterà la vita, il dramma della vita di questo filosofo.

——————————————–

Gazzetta del Mezzogiorno, 19 settembre 2013

G.M.

Sossio Giametta, l’album di un incontro

Tuglie, 16 giugno 2013 – Biblioteca Comunale –

Incontro con il filosofo Sossio Giametta (studioso e traduttore di Nietzsche e di altri grandi del pensiero tedesco come Schopenhauer e Goethe) per la rassegna “Allo scoperto” curata da Elio Ria in collaborazione con gli Amici della Biblioteca, con la partecipazione di Mario Carparelli e Luigi Scorrano. Il suo ultimo libro è “L’essere prezioso dell’essere”, Mursia editore.

 IMG_1905

IMG_2107

IMG_1860

ALLO SCOPERTO CON IL PROF. LUIGI DE MITRI – 10/03/13, ORE 19,00

 

Luigi De Mitri è nato a Squinzano (Lecce) il 4 febbraio 1943. Docente di Geometria Descrittiva e Storia dell’Arte presso il Liceo Scientifico “G. Banzi Banzoli” di Lecce.

 

Le sue opere sono presenti in diverse collezioni pubbliche e private. Ha esposto presso le gallerie di New York, Strasburgo, Gerusalemme, Milano, Roma, Firenze e Bari.

Saggista e autore di pubblicazioni:

– Il Vangelo secondo Luca, Edizioni Vivere in Monopoli, Roma, 1986

– Il Vangelo secondo S. Giovanni, Edizioni vivere in Monopoli, Roma, 2003

– Dall’angoscia delle tenebre all’estasi della luce nel viaggio di Dante, Edizioni  Panico, Galatina, 1994

– Nel magico mondo del mito, Edizioni Schena, Fasano, 1993

– La Sacra Bibbia, Edizioni Panico, Galatina, 2000

– il Carnevale in Paradiso, Edizioni Panico, Galatina

– Bozzetti (1960-96), Edizioni Panico, Galatina

– “Barboni” Stazione Termini Roma 23/2/1998, Edizioni Panico, Galatina, 2009

20 gennaio 2013 – Compleanno di Vanini

Il compleanno è sempre un evento importante della vita di ognuno di noi.

Il 20 gennaio 2013 festeggeremo il 428.mo compleanno del filosofo “maledetto” Giulio Cesare Vanini (nato a Taurisano nel 1585) a Tuglie presso la Biblioteca Comunale, con la collaborazione degli “Amici della Biblioteca” e dei giovani di “Parola di filosofo” blog di 20 centesimi.

Dario Acquaviva, Manuel De Carli, Simona Apollonio, Giovanni De Stefano, Rita Cardea, Davide Negro, Irene D’Angelo, Erika Sorrenti, Donato Verardi, scopriranno l’uomo e il filosofo.

Moderatori: Mario Carparelli ed Elio Ria

Parteciperà Luigi Scorrano

Il video del compleanno del 2012, a  Lecce presso la villa comunale.

 

Il passo della notte e il poeta, oggi alle 18,00 a Galatina.

La luna non è mai come appare. Stasera ne parlerò a Galatina.

Il passo della notte è il libro della notte e della luna che vuole sedurre con la musicalità dei versi il lettore, senza alcunché sfoggio di arditezze e stranezze espressive.

Non è poesia barocca con temi languidi e sensuali, concetti ingegnosi, giochi di parole, bisticci arzigogolati, ma poesia per la gente, per il poeta della strada, per coloro che vogliono capire il pensiero e l’idea della notte.

La complessità è stata semplificata attraverso l’eliminazione dei travagli intellettuali e filosofici affinché la centralità della notte emergesse in tutto il suo essenziale significato, suscitando emozioni, sogni e riflessioni per quella condizione temporale che è appunto la notte, di cui siamo chiamati a vivere.

***

ELIO RIA (GALATINA) - 09-01-13

Università Popolare “Aldo Vallone” Galatina

Mercoledì 9 gennaio 2013

ore 18,00

Museo Civico “Pietro Cavoti”

Palazzo della Cultura

Piazza Alighieri, 51

Galatina

Poeti e prosatori salentini contemporanei presentati da Paolo Vincenti:

 Elio Ria,

autore

de “Il passo della notte” Lupo editore, 2012

(con la partecipazione di Antonio D’Aprile).

Università Popolare – Galatina – Mercoledì 9 gennaio 2013, ore 18,00

Università Popolare “Aldo Vallone” Galatina

Mercoledì 9 gennaio 2013

ore 18,00

Museo Civico “Pietro Cavoti”

Palazzo della Cultura

Piazza Alighieri, 51

Galatina

Poeti e prosatori salentini contemporanei presentati da Paolo Vincenti:

 Elio Ria,

autore

de “Il passo della notte” Lupo editore, 2012

(con la partecipazione di Antonio D’Aprile).

Tuglie – Biblioteca Comunale – 24 novembre 2012 –

Presentazione del libro Una dottrina <assai strana> di Ilario Belloni, con Elio Ria e Mario Carparelli.

Nel riferirsi alla sua teoria della legge naturale, John Locke non esita a definirla «una dottrina assai strana». Di tale dottrina questo volume tenta una reinterpretazione e un approfondimento critico, traendo spunto dalle letture “teologiche” dell’opera filosofico-politica e giuridica lockiana, ma senza trascurare l’altra faccia di quello che è stato definito il “modello creaturale”, ovvero gli esiti imprevisti della riconduzione della legge naturale al rapporto creatore-creatura.

Vedi il sito di Giappichelli Editore