Dicesi di donna di facili costumi. Letteralmente significa con le gambe aperte. Vi è anche la forma di scancarisciata, con le gambe divaricate in modo indecente. Scancata e scancatu sono termini derivanti dalla lingua italiana dalla retroformazione da sciancato – far diventare storpio, rendere sciancato. Il termine  sciancato è una dereivazione  di anca, col prefisso sci-, variante di s-

Ed è appunto l’andatura claudicante dello sciancato/a che si presta a un giudizio negativo in riferimento all’indole della persona, donde la volgarizzazione dialettale di scancatu/a. 

Una curiosità: Giovanni Malatesta (1245-1304), autore dell’omicidio degli amanti Paolo e Francesca, fu chiamato Gianne lo Sciancato, poiché era nato con una malformazione fisica che lo costringeva a zoppicare.

San Pietro guarisce lo sciancato.
(Manifattura fiamminga su disegno di Raffaello)
(Visited 76 times, 1 visits today)