Da tempo abbiamo rinunciato a coltivare le orchidee nei nostri giardini.

Certo che anche noi distinguiamo le capre e i cavoli, la Bibbia e l’Elenco

dei telefoni. Ma ci seducono le opere effimere, i titoli transitori, le proposte

caduche. La Bellezza ci stucca. Quante volte Baudelaire si è vantato di

sapere innestare alla severità dello stile racinien la labilità dello stile

journaliste!

 

(Leonardo Sinisgalli, Nota alla Mostra <Arte e Pubblicità>, Milano, 29 gennaio-15 febbraio 1955).

(Visited 1 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *