74.

Tutti a guardarmi con curiosità. Eppure nulla poteva destare interesse – pensai – al mio modo d’essere. Quando m’accorsi  che intorno a me  vi era nessun principio di inizio ma abbozzi di fine. Intesi  la soggezione di una concezione diversa della vita. Lasciai, dunque, perdere ogni logica spiegazione e incominciai a fingere eventi e situazioni per narrare una storia che nel caos dell’esistenza sapesse trarre  un senso possibile.

(Visited 6 times, 1 visits today)