Farla non puoi, la vita,
come vorresti? Almeno questo tenta
quanto più puoi: non la svilire troppo
nell’assiduo contatto della gente,
nell’assiduo gestire e nelle ciance.
  
Non la svilire a furia di recarla
così sovente in giro, e con l’esporla
alla dissennatezza quotidiana
di commerci e rapporti,
sin che divenga una straniera uggiosa.

[1913, traduzione di Nicola Crocetti]

Costantino Kavafis (1863-1933), poeta e giornalista greco. Si autodefinì un ‘poeta storico’, poiché riprese la memoria storica dando voce a figure storiche dimenticate o fittizie. L’incertezza della vita, i piaceri, la psicologia degli individui, l’omosessualità sono alcuni dei suoi temi preferiti. Le sue poesie ‘riconosciute’ sono 154, tutte pubblicate dopo la sua morte.

 

(Visited 453 times, 1 visits today)