Se pur grave è l’ora ultima –

quello sfinimento del mortale affanno,

a noi così incomprensibile, –

più spaventoso è per l’anima

quando vede in se stessa svanire

ogni più bel ricordo, uno a uno…

 

(Traduzione di Elena Corsino)

 

(da Anterem, Dire l’Essere,  rivista n.86, VI serie,  2013, p. 53) 

 

——————————————————————————————

Fëdor I. Tjutčev  (1803-1873) è stato uno scrittore e poeta russo. Nelle sue liriche sono molto forti i canoni del romanticismo europeo, soprattutto quello tedesco. La sua è una poetica filosofica, meditativa sull’esistenza umana. 

(Visited 11 times, 1 visits today)