73.

Del sole ornato di malinconia non si appagano i grilli di città, che dagli alberi di pino stridono canti di sudore. S’adopera un passero a riordinare geometrie in acrobatici scandali di mezza estate. Un poeta accorcia distanze, e dai mille propositi di finzione estrae velleità di piacere.

(Visited 1 times, 1 visits today)