Per i tugliesi il macu te le stelle è il personaggio del pastore che si meraviglia della luce della stella. Assorto nella contemplazione si sottrae dall’ambiente presepiale in un luogo diverso e surreale. Nell’immaginario collettivo, tuttavia, ‘macu‘ è inteso come stupido, ma nella accezione letterale assume il significato di persona innocente, buona.

L’uomo che guarda le stelle è immerso con lo sguardo sprofondato nell’immensità della luce degli astri. Tutta l’energia si concentra nello sguardo, e le braccia a mezz’aria sembrano voler abbracciare un’indicibile meraviglia. Forse è un poeta. Non gli interessa la vita che scorre, guarda altrove, verso l’alto vi è lo stupore dell’immensità del cielo. Quel cielo pieno di promesse e di premonizioni. Quel cielo che è una carta geografica, un calendario, un orologio, una mappa per comprendere e avvicinarsi al divino.

30/12/2023

 

(Visited 101 times, 1 visits today)