Lisciusu, persona leziosa, schizzinosa, con una grazia esagerata e innaturale, che riesce perciò inopportuna e fastidiosa. Deriva dall’aggettivo latino (de)Liciosu(m). Termine scomparso dal parlato. A Tuglie, ma anche in altri paesi del Salento, il termine era utilizzato in riferimento ai gusti culinari di una persona molto esigente: Ete nu lisciusu pe comu mangia. Tuttavia, erano ben pochi in passato che potevano permettersi tale comportamento, in considerazione dell’abbondanza di piatti semplici.

[print-me target='h1.site-title a img, h1.entry-title, time.entry-date, .entry-content' do_not_print='.tptn_counter']