La Grotta te lu Nicola fazzu, sita in agro di Parabita, è anche detta Grotta delle Veneri poiché alcuni speleologi fiorentini trovarono durante gli scavi  graffiti, resti di scheletri e due piccole statue in osso – appartenenti al periodo paleolitico –  denominate Veneri. Tuttavia, si è del parere che non ci sia correlazione tra il tempo in cui il nostro  Nicola fazzu è vissuto, sempreché sia vissuto per davvero in quella grotta (poniamo IX-X-XI sec. d.C.) e l’epoca alla quale pare risalgono le piccole ‘Veneri’.

Qual è dunque la motivazione della denominazione di Grotta te lu Nicola Fazzu? Ce lo spiega il prof. Enzo Pagliara: «La grotta probabilmente era il rifugio di un monaco di rito greco, rito combattuto dal clero di rito latino e quindi come papas [Appellativo dei sacerdoti nella chiesa greco-ortodossa] rinnegato rispetto ai latini. In ordine all’aggettivo ‘fazzu’ (falso) l’origine è certamente latina provenendo da ‘phalsus’; considerato che -ph spesso era trascritta con la ‘f”, il passaggio avviene tramite traslitterazione da ‘phalsus’ a ‘fazzu’».

Per Enzo Pagliara «potrebbe anche aver generato in volgare phazzus e quindi ‘pacciu’ (folle), forse in collegamento al Santo Nicola detto il ‘pazzo di Dio’, un giovane venuto dall’Oriente e nella sua predicazione era passato dalle nostre terre – pare che sia attestatamente passato da Racale (ecco perché forse i racalini vengono soprannominati ‘pacci’) e sia arrivato a Trani dove morì divenendone il Patrono principale».

Vi è una terza ipotesi – secondo Pagliara – potrebbe essere quella di un patronimico: «Nicola Ippazio che diventa ‘nicola pazzu-fazzu’, un eremita che viveva in quella grotta, e Nicola-fazzu-pacciu potrebbe anche stare all’origine del nome di ‘Colupazzu’»

Le ipotesi sin qui esposte rimangono tali; difatti, non vi è nessuna fonte storiografica che possa certificare l’esistenza in vita del monaco Nicola né l’origine dell’appellativo ‘fazzu’, il condizionale quindi  è d’obbligo al solo fine di prevenire determinati rilievi di parzialità e imprecisione.

 

17/11/2022

 

 

(Visited 126 times, 1 visits today)