Capu te cazzu, testa di cazzo, locuzione di meraviglia o di disappunto: caspita, accipicchia, perbacco. Sovente utilizzata nel linguaggio dialettale per significare stupore per qualche fatto, ma anche disappunto da cui ci si dissocia da un argomento oppure da una decisione. Vale anche come significato di non capire niente: Tie nu capisci nu capu te cazzu (Tu non capisci niente). La locuzione in modo sbrigativo delinea la faccenda, dirime la questione, non serve aggiungere altro. Capu te cazzu è tutto pare sia compiuto e definito, ovviamente in forma più che colorita e folcloristica, simpatica e stupefacente. Dunque, capu te cazzu… e tutto è più semplice, ma soprattutto, più chiaro.

(Visited 59 times, 1 visits today)