La fatica a sopravvivere è tale che bisogna rinunciare al sonno. Il tempo per sistemare e riordinare il lavoro non basta. Si sputa sangue. Il benessere goduto in tanti anni fa adesso è un ricordo. Ahi, che dolore! Qualcuno sarebbe in grado di spiegare cosa è successo? Non si attende una verità, basterebbe una motivazione che seppure conducibile alla menzogna almeno desse un’illusione di futuro.

La politica, un mostro. Le istituzioni, un optional. Eh sì, è un bel guaio davvero. Tutti a trincerarsi dietro la “crisi”. il prestito non è possibile riceverlo; il lavoro a nero sì; i contributi neanche l’ombra; le bollette scoppiano di energia.

Ma tutti ridono! Sembrano felici. S’interessano di grilli e caimani. Che Italia! L’onorevole percepisce € 10.000,00 (?), più bonus, più assicurazioni, più assistenza, più vitalizio, più auto, più ristoranti… evviva, almeno loro se la passano bene. Che Italia!

L’operaio deve morire. L’impiegato fulminato. Che Italia!

E hanno ancora il coraggio di parlare? Sempre li stessi. Non cambiano mai.

Cazzo, avessero fatto una cosa buona e giusta. Dico una! Ripeto una sola cosa!

Gli italiani cosa sperano di avere da questi?

(Visited 2 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *