In quel tempo, nel tempo delle stelle e dei movimenti, la nascita di Gesù avvenne in un luogo sconosciuto. Roma aveva decretato il divieto di nascita e di spostamento. Misure molto restrittive per la bizzarria di un virus che saltando da regione a regione le colorava a suo piacimento, ora di rosso, di giallo e di arancione. I Magi giunti al Brennero furono avvisati dall’angelo di non proseguire oltre,  altrimenti le guardie li avrebbero messi in quarantena. Dove andare allora? Lo sguardo al cielo: la stella era immobile. Che fare? Accamparsi o rientrare? L’imperatore aveva già preannunciato misure severe per i trasgressori. I Magi compresero. Nessun cittadino poteva spostarsi da una grotta all’altra. Tutti però pensavano al cenone, alle pittule, alle pucce, in fondo ciò che contava erano queste cose. Gesù poi verrà.

(Visited 21 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *