Il dubbio

Sospeso a mezz’aria il dubbio si abbassa e s’innalza, si contorce in nuvole di passaggio, poi ricade come pioggia che non ti aspetti e che assorbi sin dentro le vene, a questo punto è davvero difficile espellerlo e ti rode, ti gonfia le vene, il viso s’infiamma di rosso fuoco e le mani tremano e […]

Penso su di me

Delle mie letture ho fatto fiale di Toradol in un gioco di specchi, di luci e ombre proveniente da ogni luogo e confine della terra, ma ho anche individuato un poeta vissuto molti anni fa e ne ho subito il fascino dei versi, in una condizione di necessità e di riconoscimento di uno stato poetico […]

S’imbeccano di versi cacofonici (Che noia!)

Puoi passare di qui: il sole c’è. Una stagione di inferno non è vergogna, lascia i poeti squallidi e inutili, leggi i filosofi, trascura i novellieri e convertiti a Rimbaud. Non essere cauto alla rovescia, il bello è tutto nel fuoco imprevedibile e freddo della poesia. Che sia la grande decadenza non preoccuparti. Il tragico […]

Santa Matilda

Fan festa di giorno alle ore dieci tutt’intorno l’aria è di mandorla ma c’è Matilda Sì, Sì Eccola Non è lei Ah, non ci sono le trombe, ma le tube sorseggiano aceto con ghiaccio i damerini dell’Alta Corte Eccola Non è lei Il passero sta sul ramo di ulivo in attesa di bazzicare grano Matilda […]

MATILDA

Rose rosse bianche e gialle Ghirlande di cielo Lune di attese è Natale a cavallo di campagne di gelsi un bambino non gioca guarda il vecchio di panchina Come sempre Nella grande piazza adornata di fiori di luce è fine di tristezza La banda suona Matilda si adorna nello specchio curvo il cammello non ha […]

Il cuore indocile della Strega

La sua mania di vivere fra fumi già è voce – spartito, [i libri corrosi dal tempo nella nevrosi asfittica  della città non hanno copertine], fanno festa grande i bambini in tribunale con Pinocchio, ma Babbo Natale si ubriaca. Ah, non si respira più, i magi non trovano il deserto: dov’è il Bene? Ridono e […]

Tanti asini in giro

Può ben dire la sua un leone, quando a dir la loro ci sono tanti asini in giro.   (W. Shakespeare, Sogno di una notte di mezza estate)

Una corsa in littorina

Prendere il treno, anzi la littorina risvegliava in me ricordi di gioventù. Ma, allora il treno era giocoso e tagliava il paesaggio in alcuni tratti, in altri lo riproduceva nella sua semplicità. Era buio del lunedì 13 novembre, ore 18,35.  Dentro il vagone un’aria strana, pochi passeggeri estraniati, una luce di caverna. Si muoveva su […]

Oltre ogni ragionevole logica di lettura

Era puntiglioso nella sua mania di lettura:  la sua vita era solo un sogno fra le nuvole in un mondo di immagini approssimate alla nitidezza dell’ipocrisia.  Gli piaceva precipitare nel silenzio delle pagine dei libri, inventati scritti e custoditi nella sua casa di periferia, obliqua con fiori e piante dappertutto, in periferia del paese, là dove ogni […]

Il mio paese è triste

Settembre mette a posto l’euforia estiva, ordina le nostre abitudini. Vedo il mio paese triste. Il campanile si storce, forse nell’estremo tentativo di addossarsi sul selciato della piazza per riposarsi della fatica dell’altezza, forse perché non vede le rondini né il cielo di una volta. È triste il mio paese. La chiesa appare disadorna, i […]