Il polpo si cucina con la sua stessa acqua: una massima che si adatta a tutte le persone che con il loro agire aggressivo, oppure strafottenti, prima o poi accetteranno i propri difetti e ne riconosceranno la causa degli errori commessi. Il proverbio è molto abusato, sempre presente nel parlato, di facile effetto scandisce con semplicità l’indole di una persona che non accetta i consigli, ed è istintiva, spregiudicata. Insomma, è inutile al polpo in cottura aggiungere acqua (consiglio), utilizzerà la propria per cuocersi e per essere mangiato (l’errore non considerato).

 

(Visited 636 times, 1 visits today)