Institutio oratoria
Quintiliano
2001
Biblioteca della Pléiade
pp. LIX – 1188
€ 129,11
ISBN 978884460071

Questa edizione diretta da Pennacini si caratterizza per la nuova traduzione integrale, realizzata per l’occasione da un’équipe di importanti latinisti italiani. Il commento, non di misura troppo ampia, è comunque preciso sia nel chiarire personaggi e situazioni a cui Quintiliano fa riferimento, sia nel collocare le teorie dell’autore in un contesto di riferimenti ad opere di retorica e filosofiche (Cicerone in primis, ma non solo). Di ognuno dei dodici libri, inoltre, viene dato un breve sommario, cosa fondamentale per il lettore, che può cosí muoversi nel grande mare di quest’opera compendiando o approfondendo secondo interessi e necessità. Infine, l’introduzione di Pennacini, rileva la forte “contemporaneità” dell’opera di Quintiliano alla luce delle moderne teorie e pratiche della comunicazione.

Marco Fabio Quintiliano (latino: Marcus Fabius Quintilianus; Calagurris, 35-40 – Roma, 96) fu un oratore romano e maestro di retorica stipendiato dal fiscus imperiale.

Il suo capolavoro – dedicato a Vittorio Marcello, funzionario della corte di Domiziano, per l’educazione del figlio Geta – è l’Institutio oratoria (90-96 d.C.), cioè “la formazione dell’oratore”, che compendia l’esperienza di un insegnamento durato vent’anni (dal 70 al 90 ca). Scopo di quest’opera è fungere da manuale per coloro che vogliano impegnarsi nell’ars oratoria.

(Visited 36 times, 1 visits today)