I. kant, Sul senso della dignità

Agisci in modo da trattare l’umanità, tanto nella tua persona come nella persona di ogni altro,sempre anche come un fine e mai unicamente come mezzo*

 

Non è un caso il fatto che in questa nostra era segnata profondamente dalla crisi economica e finanziaria, si torni a riflettere – seppure timidamente – nuovamente sul senso della dignità. Ma andando oltre l’assunto filosofico, la dignità è il vestito buono della festa da indossare sempre ogni giorno.

*(I. Kant, Fondazione della metafisica dei costumi, a cura di N. Pirillo, Laterza, Roma-Bari 1992, p. 111)